Stemma della repubblica italiana

Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità

 

Regolamento Interno del 16 dicembre 2010

Regolamento interno dell'Osservatorio


Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Direzione generale per l’inclusione, e le Politiche Sociali
Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità

L'OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA CONDIZIONE DELLE PERSONE
CON DISABILITA' ADOTTA IL PROPRIO REGOLAMENTO INTERNO

Articolo 1
(Convocazione)

  1. L’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, di cui all’articolo 3 della legge n. 18 del 3 marzo 2009, ed ai sensi del decreto interministeriale 6 luglio 2010, n.167, è presieduto dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, o dal Sottosegretario delegato, che lo convoca, previa fissazione dell’ordine del giorno.
  2. Le convocazioni, contenenti l’ordine del giorno, sono inviate a tutti i componenti dell’Osservatorio per posta elettronica o, solo in caso di impossibilità di utilizzo di tale mezzo, per fax almeno quindici giorni prima. In casi di particolare necessità ed urgenza, l’Osservatorio può essere convocato in altre forme ed in tempi diversi.
  3. I componenti dell’Osservatorio possono proporre alla Presidenza specifici argomenti da inserire all’ordine del giorno della seduta successiva; qualora la proposta pervenga in forma scritta da almeno cinque componenti dell’organo collegiale, essa è vincolante per la formazione dell’ordine del giorno della seduta successiva.

Articolo 2
(Funzionamento dell’Osservatorio)

  1. Ciascuna riumone dell'Osservatorio è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei
    membri effettivi.
  2. Le deliberazioni dell'Osselvatorio sono di norma espressione unanime dell' organismo. Ove sia
    necessario procedere a votazione, l'Osservatorio delibera a maggioranza dei presenti con voto espresso
    in forma palese. Su richiesta di almeno un terzo dei medesimi, le votazioni possono essere effettuate per appello nominale o per scmtinio segreto. In caso di parità, il voto cspresso dal Presidente vale doppio.
  3. Ogni componente, in caso di giustificata assenza, può essere sostituito da un supplente, previa
    comunicazione alla Segreteria Tecnica di cui al successivo articolo 6. Al supplente non spetta rimborso
    alcuno.
  4. In relazione a particolari argomenti posti all'ordine del giorno, l'Osservatorio ha facoltà di invitare esperti in audizione nelle singole riunioni. A costoro spetta il rimborso delle spese di viaggio e di soggiorno: tale rimborso è equiparato a quello del personale non dirigente del comparto Ministeri.
  5. Al fine di approfondire particolari tematiche, l'Osselvatorio può costituire al suo interno gruppi di lavoro con la partecipazione di propri componenti e di membri della Segreteria Tecnica, designandone i coordinatori. I gruppi svolgono le attività loro affidate e relazionano sui rislutati all'Osservatorio che discute e delibera in merito. Relativamente alle riunioni dei gruppi di lavoro, si applicano le norme relative ai rimborsi spese delle riunioni plenarie. A detti gruppi possono essere invitati a partecipare, dietro indicazione del coordinatore, rappresentanti di organismi pubblici e privati, senza rimborso alcuno.
  6. L'Osservatorio, per il tramite del Comitato tecnico-scientifico di cui all'art. 3 del citato decreto interministeriale 6 luglio 2010, n.167, prende in esame le richieste od osservazioni provenienti da cittadini, associazioni o enti pubblici e privati. Il Comitato valuta se le questioni pervenute siano da sottoporre alla scssione plenaria dell'organismo.
  7. In caso di assenza o temporaneo impedimento del Presidente, la conduzione dei lavori è affidata al rappresentante del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali

Articolo 3
(Trasmissione della documentazione)

  1. La trasmissione di atti e documenti tra i membri dell'Osservatorio e tra questi e la Segreteria Tecnica è effettuata a mezzo di posta elettronica.
  2. I membri dell'organismo comunicano alla Segreteria tecnica l'indirizzo di posta elettronica, nonché tempestivamente ogni eventuale variazione dello stesso.
  3. L'indirizzo di posta elettronica della Segreteria Tecnica è: segreteria.ond@lavoro.gov.it.
  4. I documenti per i quali è richiesto l'esame o l'approvazione da parte dell'organismo sono a disposizione dei componenti presso la Segreteria Tecnica, e vengono resi disponibili mediante l'utilizzo di supporti digitali o di piattaforme informatiche condivise.

Articolo 4
(Verbalizzazioni)

  1. Il verbale delle riunioni dell’Osservatorio è costituito da un resoconto sommario dello svolgimento della riunione. Nel verbale sono specificati i nomi dei presenti. I membri dell’Osservatorio hanno diritto a far verbalizzare il proprio dissenso.
  2. Prima dell’inizio dei lavori viene data lettura del verbale della riunione precedente e viene sottoposto all’approvazione dei componenti dell’Osservatorio che possono chiedere, entro la stessa seduta, modifiche e integrazioni alle loro dichiarazioni.
  3. Ove non abbia ricevuto richieste di modifiche o integrazioni, o a seguito delle modifiche di cui al comma precedente, il verbale viene firmato dal Presidente. Il verbale, una volta firmato, non può essere ulteriormente modificato.

Articolo 5
(Approvazione e modifica del regolamento)

  1. Per l’approvazione e l’eventuale modifica del regolamento è richiesto il voto favorevole della maggioranza dei componenti dell'Osservatorio.

Articolo 6
(Compiti della Segreteria Tecnica)

  1. Ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del citato decreto interministeriale 6 luglio 2010, n.167, la Segreteria Tecnica dell’Osservatorio è costituita nell'ambito delle ordinarie risorse umane e strumentali della Direzione generale per l'Inclusione e le Politiche Sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Divisione IV.
  2. La Segreteria Tecnica può essere integrata, per le specifiche questioni relative all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, da membri della competente Direzione Generale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
  3. La Segreteria Tecnica invia la documentazione inerente i punti all’ordine del giorno delle riunioni ai componenti dell’Osservatorio e dei Gruppi di Lavoro, assicurando l’attività di segretariato alle sedute dell’Osservatorio e dei Gruppi di Lavoro, redigendone i verbali.
  4. La Segreteria Tecnica assiste anche il Comitato tecnico-scientifico.

Così approvato in Roma nella seduta del 4 novembre 2014

Icona logo Adobe Acrobat identifica tipo file PDF Scarica il documento in formato PDF (94 Kb.)